Anno Scolastico all’Estero

Gli studenti che desiderano intraprendere questa esperienza iniziano ad informarsi già verso la fine del secondo anno di scuola superiore o all’inizio del terzo anno, per trascorrere il quarto anno all’estero, che è l’anno più indicato, tranne qualche eccezione (es. tipo di scuola, suggerimento degli insegnanti). Poiché per alcune destinazioni i posti sono limitati, consigliamo di informarsi almeno 12 mesi prima della partenza. Master Studio organizza ogni settimana incontri informativi online, gratuiti e non vincolanti, a cui è possibile partecipare per raccogliere maggiori informazioni.

I requisiti per accedere al programma variano in base alla destinazione e al programma scelto. In linea generale, è necessario avere una buona media scolastica (almeno una sufficienza piena in tutte le materie) soprattutto negli ultimi due anni di scuola e nell’anno prima della partenza (i debiti mettono a rischio la partenza); un buon livello di conoscenza della lingua del Paese di destinazione (per lo più inglese, testato in fase di colloquio di selezione); essere in buona salute; completare le vaccinazioni obbligatorie eventualmente richieste.

Gli studenti che si iscrivono per gli Stati Uniti e per i Paesi scandinavi devono superare anche un test di inglese (Eltis test) somministrato da Master Studio, a seguito dell’iscrizione. Per alcune destinazioni non è richiesta una conoscenza preliminare della lingua, ma è necessario prepararsi prima della partenza.

Dipende dal Paese scelto e dal tipo di programma (Exchange o Select).

L’allergia agli animali domestici può essere un problema nei programmi Exchange, soprattutto negli Stati Uniti dove è molto frequente trovare famiglie che hanno animali domestici in casa. Allo stesso modo, l’allergia alla polvere può essere limitante nella ricerca di una famiglia ospitante. Non è sempre possibile garantire una sistemazione senza animali domestici o senza moquette/tappeti. È necessario verificare la disponibilità sui programmi Select.

Studenti con diete speciali (es. vegetariani, intolleranti al lattosio, celiaci) devono essere consapevoli che le famiglie che accolgono possono non seguire la stessa alimentazione dello studente e potrebbero esserci dei costi aggiuntivi per alimenti o diete che non rientrano nel loro quotidiano.

Sì, puoi scegliere il Paese (in Europa o extra-Europa) dove trascorrere l’esperienza come Exchange Student.

In alcune destinazioni del programma High School Exchange si può anche esprimere una preferenza di località (Stato, città, area) ad un costo aggiuntivo. Con il programma High School Select è possibile invece scegliere direttamente il distretto scolastico o scuola di destinazione, tra una lista di proposte che offre Master Studio (è necessario indicare 3 opzioni).

Master Studio propone diversi programmi e ti aiuterà a scegliere quello più adatto alle tue necessità:

Programma High School Exchange: esperienza di studio presso una High School pubblica all’estero con sistemazione presso una famiglia ospitante (volontaria o con rimborso spese). Non si può scegliere la località di destinazione poiché sono le famiglie all’estero a decidere quale studente accogliere sulla base del loro profilo. È possibile, in alcune destinazioni, esprimere una preferenza di località (Stato, città, area) ad un costo aggiuntivo.

Programma High School Select: esperienza di studio che permette allo studente di scegliere direttamente la scuola (pubblica o privata) o il distretto scolastico di destinazione, in base alla località ed offerta accademica. La sistemazione è sempre presso una famiglia ospitante, che riceve un rimborso per l’ospitalità. Lo studente si candida a tre scuole o distretti scolastici in ordine di preferenza. L’Admission office del Distretto inserisce lo studente nella scuola più idonea in base al suo profilo scolastico, abilità linguistica, disponibilità.

Programma in Boarding School: esperienza di studio presso una scuola privata con sistemazione in residenza studentesca, ubicata vicino o all’interno del campus. Ogni scuola selezionata è di alta qualità e offre un’eccellente e ampia offerta di materie scolastiche, un servizio di studio assistito per ogni studente, che assicura una preparazione accademica adeguata per l’ammissione alle università ma anche numerose attività extracurricolari. È possibile selezionare una boarding school di interesse o, nel caso degli Stati Uniti, iscriversi al programma Academic Exchange in Boarding (ad un costo fisso) e lasciare l’abbinamento con la scuola al nostro Partner.

Oltre all’anno scolastico all’estero (circa 9/10 mesi di programma), è possibile optare per un semestre scolastico (circa 15/21 settimane di programma), quadrimestre o trimestre (circa 10/12 settimane di programma) all’estero. Non tutte le destinazioni però offrono la possibilità di trascorrere un trimestre o quadrimestre all’estero. Se si desidera studiare un trimestre all’estero, consigliamo di valutare il programma in Australia e Nuova Zelanda per sfruttare al meglio il periodo estivo poiché le partenze sono a luglio.

I costi variano in base alla durata e al programma scelto. I prezzi includono vitto e alloggio presso una famiglia ospitante o residenza scolastica, retta scolastica, voli A/R da Milano o da Roma, assicurazione medica, assistenza pre-partenza e per tutta la durata del programma. Non sono inclusi i costi di visto, uniformi o libri scolastici, se non diversamente specificato. In alcuni programmi in Irlanda e Boarding School non sono inclusi i periodi di chiusura scolastica a Natale e Pasqua.

Master Studio offre alcune borse di studio sul merito agli studenti che si iscrivono entro una specifica deadline e rispecchiano alcuni requisiti, quali l’invio dell’application nei tempi previsti.
I figli di dipendenti dell’amministrazione pubblica possono partecipare al Bando ITACA che prevede circa 1500 borse di studio per destinazioni in Europa ed extra-Europa. Molte Boarding School americane offrono spesso borse di studio a studenti di diverse nazionalità per poter garantire una maggiore internazionalità agli studenti iscritti.

Le borse di studio offerte da Master Studio permettono di coprire parte delle spese del programma di scambio culturale. Con il Bando ITACA il programma viene in gran parte o quasi completamente coperto da INPS. Sono previsti inoltre sconti importanti e agevolazioni economiche se ti scrivi con largo anticipo. Non c’è obbligo di reciprocità, ma se si decide di ospitare uno studente straniero in Italia per più di 3 mesi, è previsto uno sconto sull’esperienza all’estero.

L’iscrizione richiede il pagamento di un acconto del 25%, il resto della quota è diviso in tre rate, con saldo entro aprile o ottobre, in base alle partenze.

Debiti e bocciatura mettono a rischio la partenza. È necessario, in questi casi, confrontarsi con il team High School per valutare assieme quali possibilità si presentano. È possibile sottoscrivere una assicurazione annullamento All Risk al momento dell’iscrizione. La polizza copre qualsiasi causa di annullamento sempre che essa sia documentabile.

Non tutte le destinazioni lo richiedo, ma laddove richiesto un visto di studio, Master Studio si occupa delle pratiche per la domanda (servizio a pagamento), fissando eventualmente l’appuntamento presso il Consolato/Ambasciata di pertinenza, se previsto.

È la famiglia ospitante che sceglie lo studente, non viceversa. Gli studenti ricevono i dettagli di una sola famiglia ospitante prima della partenza. Le famiglie sono di diversa composizione (coppie o single, con o senza figli), di diversa età, con diverso background religioso ed etnico, con differente capacità economica. Sono sempre più frequenti coppie dello stesso sesso. Nel programma High School Exchange, le famiglie si trovano per lo più in località piccole o medio-piccole, in località vicine a grandi città così come in realtà più rurali. Si possono trovare a pochi minuti a piedi o in macchina da scuola o magari sarà necessario prendere dei mezzi di trasporto come il famoso school bus giallo, tipico di Stati Uniti e Canada. Le famiglie ospitanti potrebbero ospitare più di uno studente Exchange, di diversa nazionalità. Negli Stati Uniti questo è definito Double Placement.

Nel programma Exchange i dettagli del placement possono arrivare in qualsiasi momento a seguito dell’accettazione del partner all’estero, con largo anticipo o pochi giorni prima della partenza. Per alcune destinazioni le partenze sono fisse e, laddove possibile, di gruppo (ad esempio per Australia e Nuova Zelanda). Per altre destinazioni, come gli Stati Uniti, le partenze sono molto variabili e vanno da fine luglio a inizio settembre e spesso sono individuali.

Certamente, in questi casi si tratta di un self-placement e abbiamo necessità di ricevere i dati sia della famiglia ospitante, sia di una scuola che possa accogliere lo studente. Invieremo i dettagli al nostro Partner di destinazione per procedere con le opportune verifiche. In caso di fattibilità si potrà procedere con l’iscrizione. La conferma finale di accettazione potrà però avvenire solo dopo l’invio della tua candidatura (application) e presa visione di tutta la documentazione richiesta.

Nelle scuole oltreoceano si trovano diversi sport, a diversi livelli. Le scuole hanno squadre, delle quali lo studente potrà fare parte se supera i tryouts (provini) all’arrivo. Alcuni Stati americani però, quali l’Arizona, potrebbero avere delle restrizioni nella pratica di sport per gli studenti internazionali iscritti al grade 12. Tra le attività extracurriculari è spesso presente anche musica, ma per poter avere la possibilità di continuare la pratica di uno strumento, o continuare l’attività sportiva bisogna scegliere il programma High School Select o Academic Exchange. Le Boarding School hanno spesso strutture di alto livello sia negli sport che nelle attività artistiche, tra cui danza.

Master Studio accompagna gli studenti e le loro famiglie durante tutto il percorso, dalla prima consulenza al rientro in Italia. Durante l’esperienza all’estero gli studenti hanno un supporto in loco (Local Coordinator/Area Representative/International Coordinator) i cui dati vengono comunicati prima della partenza o a destinazione. È presente anche un numero di emergenza h24, in Italia e all’estero.

Nei programmi High School Exchange non è possibile rientrare in Italia durante il programma, tranne se lo studente si trova in Irlanda e Gran Bretagna, dove nei periodi di chiusura scuola (Natale e Pasqua) è generalmente consentito, previa comunicazione. Nei programmi Select c’è maggiore flessibilità, mentre nelle Boarding School è obbligatorio tornare in Italia durante il periodo di Natale e, spesso, anche a Pasqua.

Le visite sono ammesse solo dopo la fine della scuola o periodo di studio scelto, nei programmi High School Exchange. In Irlanda e in Gran Bretagna c’è maggiore flessibilità. Nei programmi Select o Boarding School è generalmente possibile avere visite da parte dei genitori, se lo studente non perde giorni di scuola e se lo studente non ha ricevuto ammonimenti (ad esempio per valutazioni basse). Le visite devono sempre essere comunicate ed autorizzate per tempo.

È possibile estendere la durata del programma nella maggior parte delle destinazioni. È necessario verificare, a seguito della partenza, se la famiglia ospitante e la scuola desiderano continuare ad accogliere lo studente per il resto del programma e se non vi sono vincoli legati al visto e alle tempistiche per richiederlo. L’estensione ha un costo aggiuntivo.

Anche se all’estero vieni inserito nell’ultimo anno di scuola superiore, non è garantito l’ottenimento del diploma finale o graduation. Nei programmi Select puoi scegliere un distretto negli Stati Uniti aperto alla possibilità di concedere il diploma agli studenti internazionali, ma l’ottenimento dipende poi dalle tue capacità, dai crediti conseguiti e dal percorso che seguirai nella scuola americana. In ogni caso, alla fine del tuo percorso, otterrai una pagella con le valutazione conseguite. Ricordati che anche con il conseguimento del Diploma, il tuo accesso all’università non è automatico.

Il cambio di famiglia ospitante è possibile, ma è sempre valutato con attenzione su base individuale e dopo aver fatto trascorrere un periodo di ambientamento, dove il coordinatore locale cercherà di aiutare a chiarire dubbi e incomprensioni tra famiglia ospitante e studente.

L’obiettivo principale del programma di scambio culturale è adattarsi ad un diverso contesto, incluso vivere presso una famiglia ospitante con differenti abitudini, stili di vita e modi di interagire con l’altro. Non è sempre facile, né per gli studenti né per le famiglie ospitanti. La comunicazione e la comprensione sono difficili anche tra persone che parlano la stessa lingua e ancora di più lo diventa quando la lingua è differente e, se non la si conosce perfettamente, possono nascere alcuni fraintendimenti e incomprensioni.

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito (precedentemente MIUR) riconosce il periodo di studio all’estero. In particolare la nota del MIUR Prot.843 del 2013 sulle Linee di indirizzo sulla mobilità studentesca internazionale individuale sottolinea che “Il Consiglio di classe ha la responsabilità ultima di riconoscere e valutare le competenze acquisite durante l’esperienza all’estero considerandola nella sua globalità e valorizzandone i punti di forza […] Oltre alle conoscenze e competenze disciplinari, gli istituti dovrebbero essere incoraggiati a valutare e a valorizzare gli apprendimenti non formali ed informali, nonché le competenze trasversali acquisite dagli studenti partecipanti a soggiorni di studio o formazione all’estero.”

Sempre secondo la normativa del MIUR “Il Consiglio di classe valuta gli elementi per ammettere direttamente l’allievo alla classe successiva. Può anche sottoporre, se ritenuto necessario, il giovane ad accertamento, che si sostanzia in prove integrative al fine di pervenire ad una valutazione globale, che tiene conto anche della valutazione espressa dall’istituto estero sulle materie comuni ai due ordinamenti. Tale valutazione permette di definire il credito scolastico dell’alunno nell’ambito delle relative bande di oscillazione previste dalla vigente normativa 6 (cfr. Nota della Direzione Generale Ordinamenti Scolastici prot. 2787 del 20 aprile 2011, Titolo V). E’ in ogni caso escluso che la scuola possa sottoporre l’alunno ad esami di idoneità che sono previsti dall’ordinamento per altre casistiche.”

All’estero il sistema scolastico è differente e non sono presenti tutte le materie presenti nelle nostre scuole. Inoltre, laddove le materie hanno la stessa denominazione, spesso i programmi non coincidono. Consigliamo di prendere contatti con il referente della mobilità studentesca prima della partenza per capire come si pone la scuola nei confronti dell’esperienza e definire le modalità del recupero al rientro.

L’anno all’estero è da considerarsi anche un’esperienza PCTO (ex alternanza scuola-lavoro) e ogni scuola ha una sua procedura per valutarla, come recita la Nota Ministeriale:
NOTA MIUR 28.03.2017, PROT. N. 3355 PCTO – Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento.
Il MIUR ha avuto modo di precisare che uno dei principi essenziali a partecipare ad esperienze di studio o formazione all’estero riguarda lo sviluppo di risorse cognitive, affettive e relazionali, portando a riconfigurare valori, identità, comportamenti e apprendimenti secondo registri differenti ed acquisendo doti di autonomia e indipendenza degne di rilievo. L’esperienza all’estero dello studente, in una famiglia e in una scuola diverse dalle proprie, “contribuisce a sviluppare competenze di tipo trasversale, individuali e relazionali, fortemente richieste oggi dal mercato del lavoro, oltre a quelle più specifiche legate alle discipline. Imparare a leggere e a utilizzare altri codici, saper riconoscere regole e principi diversi, imparare ad orientarsi al di fuori del proprio ambiente umano e sociale, utilizzando ‘le mappe’ di un’altra cultura, esigono un impegno che va ben oltre quello richiesto dalla frequenza di un normale anno di studio”.

Quindi, prima di partire sottoponi alla tua scuola italiana la Nota Ministeriale, per controllare se la sola esperienza all’estero è sufficiente per l’accredito delle ore di PCTO. Se la scuola dovesse richiedere integrazioni, o convenzioni, consulta EMS.
Al termine dell’esperienza all’estero è compito del Consiglio di classe valutare il percorso formativo partendo da un esame della documentazione rilasciata dall’istituto straniero e presentata dallo studente per arrivare ad una verifica delle competenze acquisite rispetto a quelle attese. Il Consiglio di classe ha, quindi, la responsabilità ultima di riconoscere e valutare tali competenze, evidenziandone i punti di forza, ai fini del riconoscimento dell’equivalenza, anche quantitativa, con le esperienze di alternanza concluse dal resto della classe in cui verrà reinserito lo studente al suo rientro.

Sei nata/o nel 2005?

Con le Carta della Cultura Giovani e del Merito puoi ricevere due buoni dal valore di € 500 ciascuno per la tua vacanza studio o un corso di lingua all'estero.

Scopri di più

Faq
Torna su
test di inglese

Test di Inglese online

Scopri ora il tuo livello di conoscenza dell'inglese con il nostro test on-line.
Risultato immediato con indicazione del livello di inglese secondo il CEFR.

Fai il test
test di spagnolo

Test di Spagnolo online

Conosci il tuo livello di conscenza della lingua spagnola?
Scoprilo ora con il nostro test online gratuito.

Fai il test